Sport

Galeone: “Sartori-Thiago Motta, il duo perfetto per il Napoli”

todayGennaio 11, 2024 10

Background
share close

Galeone“Se fossi in De Laurentiis prenderei Sartori e Thiago Motta”. Giovanni Galeone è intervenuto a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni.  

È sempre difficile ripetersi dopo aver vinto uno scudetto, se si pensa che il Milan di Sacchi ha vinto un solo tricolore in cinque anni, peraltro buttato via dal Napoli. Non era nemmeno facile cadere così in basso, certamente la cosa difficile era sostituire una squadra formidabile come quella di Spalletti: bella esteticamente, affidabile, vincente. De Laurentiis ha fatto scelte sbagliate in estate, si sa com’è il presidente, la verità è che Spalletti con Giuntoli aveva fatto un capolavoro: sarebbe bastato proseguire sulla stessa falsariga di Luciano ma non era nemmeno facile, perché ogni allenatore vuole metterci sempre qualcosa di suo.

Forse un tecnico europeo sarebbe stato meglio, avevo suggerito Rafa Benitez, tutto nel Napoli è iniziato da lui,  lo spagnolo avrebbe avuto un profilo internazionale giusto per ripartire, uno con le sue idee e mentalità. Del resto, Spalletti ha fatto il suo gioco, senza copiare da nessuno dei suoi predecessori in azzurro, un profilo europeo con quello di Benitez tra l’altro sarebbe stato più utile anche in Champions, anche perché l’Europa un po’ il Napoli lo scorso anno l’ha buttata via. 

“Mazzarri cambi sistema di gioco: una squadra costruita alla sua maniera non prenderebbe mai certi gol”

Come se ne esce? Mazzarri dovrà cambiare sistema di gioco, una squadra “alla Mazzarri” non avrebbe mai subito certi gol, con tre difensori e due esterni mai nella vita prendi reti del genere che vediamo segnare al Napoli, ora Walter necessariamente deve prendere in pugno la situazione. Sul mercato si è un po’ indietro, ma è vero anche che in giro c’è ben poco. Il Napoli ha preso Mazzocchi, se arriva Samardzic mi piace molto, ha un tiro fortissimo e diabolico, letale anche sui calci piazzati, un incubo per i portieri. Però poi, come li schieri? C’è Zielinski, Lobotka, mi sembra un po’ tutto complicato. Sugli esterni il Napoli è messo bene, Mario Rui e Di Lorenzo sono una garanzia, di sicuro c’è il problema dei centrali, lo scorso anno Kim giocava da solo, certo come difensori oggi in giro c’è ben poco, a meno che non vai a prendere Buongiorno o Scalvini. 

Lo scudetto lo vince l’Inter, con Max ne parlo sempre, è la squadra più forte. Max se vuole restare resta, può anche decidere di lasciare ma per la squadra che sta nascendo, mi dà più l’idea di una Juve per Allegri e non per Conte. L’unica cosa che non ho capito è il perché vogliano cedere Kean, che ha fisico e forza d’urto.

Futuro tecnico del Napoli? Mi piace molto Thiago Motta. Conte? Non credo, costa troppo e poi cambierebbe tutta la squadra. Motta lo conosco poco personalmente, mi sembra però un buon allenatore e raccontano che è un rompi… Lui ha le sue idee ben precise e le fa valere con educazione, tecnicamente è molto bravo. Con Sartori sarebbe un’accoppiata perfetta, per il Napoli”. 

Written by: Vikonos

Rate it

Previous post

Musica

Dua Lipa stabilisce un nuovo record: tre singoli oltre i due miliardi di streaming

Dua Lipa: l'ascesa di una star Dua Lipa, l'acclamata cantante britannico-albanese, ha raggiunto un traguardo impressionante. È diventata la prima artista femminile nella storia a possedere tre brani che hanno superato ciascuno i due miliardi di ascolti su Spotify. Questi successi includono "One Kiss", "Don't Start Now" e "New Rules". Un futuro radioso A soli 28 anni, Dua Lipa è stata recentemente in luce ai Golden Globe, dove ha concorso […]

todayGennaio 10, 2024 5 1 3

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Follow us

0%