Turismo

Dieci specchi d’acqua in cui tutti vorremmo fare il bagno

todayLuglio 12, 2023 74

Sfondo
share close

Ci sono specchi d’acqua simili a vere e proprie piscine naturali che sembrano un invito a tuffarsi già al primo sguardo. In alcuni è possibile, tanto che sono molto frequentati dai bagnanti. In altri è sconsigliabile o addirittura vietato. In questi casi non resta che ammirarli, come parte di una natura incantevole e conservare il nostro desiderio, immergendovisi… con gli occhi.

Poco encantadoPOCO ENCANTADO, Chapada Diamantina, Brasile – Il suo nome significa Pozzo Incantato e basta uno sguardo a capire il perché di questo nome. L’acqua e la luce creano giochi di colore e di luminosità a dir poco magiche. Si trova nei pressi del Parco Nazionale di Chapada Diamantina, nel Brasile Meridionale. Per raggiungerlo occorre seguire un percorso difficoltoso, ma la sua bellezza ripaga di ogni sforzo.

Cenote

CENOTE IK-Kil, Yucatan, Messico – I cenotes sono cavità carsiche nelle quali si raccoglie un’acqua pura e di stupefacente trasparenza. In molti casi è possibile fare il bagno e perfino fare immersioni subacquee: uno dei più belli è il cenote Ik-Kil, molto suggestivo perché è immerso tra pareti rocciose coperte di vegetazione e rampicanti, molto frequentato da nuotatori. Ha un diametro di 60 metri e una profondità di 40 circa. 

SPIAGGIA NERA, Punalu’u, Isole Hawaii – È una delle spiagge nere più celebri delle Hawaii: si trova nell’isola di Big Island e ha le caratteristiche della natura selvaggia e vulcanica di questa isola. La sabbia qui ha un particolare colore nero in quanto è composta di basalto polverizzato, proveniente dalle eruzioni del vulcano Mauna Loa ed è circondata da una corona di alberi di palma che la rendono ancora più suggestiva. 

GROTTA AZZURRA, Capri – La Grotta Azzurra è una delle attrazioni più famose dell’Isola di Capri. Si trova in corrispondenza con la sovrastante villa imperiale di Damecuta: è conosciuta fin dai tempi dei romani, tanto che, si racconta, l’Imperatore Tiberio vi si recasse a fare il bagno. Oggi la balneazione non è permessa: data la sua stretta imboccatura vi si entra solo con piccole barche e in condizioni particolarmente favorevoli di marea e di moto ondoso. È celebre per la spettacolare luminescenza turchese delle acque, illuminate dai raggi solari che penetrano in una cavità sottomarina. 

Bagni regina giovannaBAGNI DELLA REGINA GIOVANNA, Sorrento, Campania – Un angolo di paradiso tra le scogliere di Capo di Sorrento: una vera e propria piscina naturale dal fondale poco profondo in collegamento con il mare per mezzo di un canale sul quale si trova un arco naturale di roccia. Si trova nei pressi del sito archeologico con i resti di una villa romana e deve il suo nome alla leggenda secondo cui la regina di Napoli, Giovanna d’Angiò, venisse qui a rinfrescarsi.   
 
LAGO BLU, Imotski, Croazia – L’entroterra della Dalmazia ha moltissime bellezze naturali, tra cui due specchi d’acqua di vera meraviglia: i laghi vulcanici Crveno e Modro, ovvero Rosso e Blu. Quest’ultimo, raggiungibile a piedi, è balneabile durante l’estate, per lo meno quando il livello dell’acqua non si abbassa troppo nei periodi di siccità.

To suaTO SUA, Upolu Island, Samoa – Presso il villaggio di Lotofaga, a Samoa, si incontra un’autentica meraviglia della natura: è il To Sua, che in lingua locale significa “Grande Buco”. Questa cavità naturale si trova tra le rocce, circa 30 metri più in basso rispetto al suolo: osservandolo dall’alto ha l’aspetto di un grande foro riempito di acqua cristallina, il cui colore blu fa uno splendido contrasto con il verde della vegetazione circostante.   

WADI BANI KHALID, Oman – Un wadi è il letto di un torrente, nel quale può scorrere acqua o anche essere secco. Wadi Bani Khalid è uno dei più belli del Sultanato dell’Oman: è un’oasi nel deserto, con lussureggianti palme circondate da burroni rocciosi e pareti scoscese. Qui si trova una piscina naturale piena di acqua fresca e verde smeraldo.   

ErawanCASCATA DI ERAWAN, Thailandia – Si si trovano all’interno del Parco Nazionale di Erawan, nella parte occidentale della Thailandia. È un’area ricoperta da una rigogliosa giungla protetta da montagne con magnifiche cascate dalle quali hanno origine sette piscine naturali di acqua fresca e cristallina. 

LAS GRIETAS, Isola di Santa Cruz, Galapagos – Una spettacolare fessura nella roccia con una piscina naturale di acqua dolce, nella quale si può nuotare tra due imponenti scogliere. Se ci si arrampica sulle rocce dopo essere giunti all’estremità della prima vasca, se ne trova una seconda dall’acqua ancora più limpida.  

Scritto da: Vikonos

Rate it

Articolo precedente

Cavasin

Sport

Cavasin: “Napoli, prendi Milinkovic-Savic!”

"Napoli, prendi Milinkovic-Savic". Alberto Cavasin è intervenuto a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni: "Migliorare il Napoli non è facile, Milinkovic-Savic però rientra tra quei giocatori in grado di elevare il tasso tecnico, fisico e caratteriale della squadra, è uno dei pochi a poterlo fare. Problemi economici non ce ne sarebbero nemmeno, stando a quanto leggo il giocatore vorrebbe andare via, Lotito sa […]

todayLuglio 10, 2023 38

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


Follow us

0%