Sport

Ottaiano: “Tempo effettivo negli ultimi 30’, così addio alle sceneggiate”

todayNovembre 24, 2022 17

Background
share close

blank“Nell’ultima mezz’ora di gioco introdurrei il tempo effettivo”. L’agente Fifa Antonio Ottaiano è intervenuto a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni:

Le sorprese ai Mondiali? Il calcio è livellato, ormai i calciatori di Nazionali “minori” giocano in Europa, il livello tattico si è praticamente equilibrato dappertutto, il gap si è ridotto. Le sorprese, poi si sono sempre avute, il problema vero è considerare “importanti” le solite squadre. 

Pensiamo all’Argentina: innegabile che la squadra abbia dei fuoriclasse, ma si regge solo su di loro, a livello organizzativo è poca cosa. Ecco, molte Nazionali confidano solo in questo, contano quasi esclusivamente sui talenti individuali e non sono molto organizzate. Squadre come l’Arabaia Saudita, Giappone, o Canada, magari sono meno forti nei singoli ma sopperiscono con l’organizzazione tattica ed il furore agonistico, riuscendo in imprese finora inimmaginabili.

I minuti di recupero più lunghi anche in Italia? Magari. Ne ho abbastanza di vere e proprie sceneggiate in Serie A. Dico di più: nella mezz’ora finale introdurrei addirittura il tempo di gioco effettivo, per rispetto nei confronti di chi guarda le partite e che a volte è costretto a spettacoli indegni dello sport.

Il Napoli? È il calcio moderno abbinato alla qualità, organizzato alla perfezione e con grandissimo talento individuale.

“Il Napoli è calcio moderno abbinato alla qualità, la sosta farà solo bene”

La squadra ora ha la possibilità di ricaricare le batterie mentali, è stata sotto pressione per tanti giorni, staccare la spina sarà utilissimo e per ripartire alla grande.

Inoltre, Spalletti ha pochi giocatori al Mondiale e tutti sanno quanto sia logorante questo torneo, soprattutto se arrivi fino in fondo.

La sosta, in definitiva, può avere beneficiato il Napoli, poi ovviamente ci sono tutte e incognite del caso, che però riguardano non solo gli azzurri, ma tutte le squadre. In più, non dimentichiamo che ol Napoli ha anche un considerevole vantaggio in classifica sulle inseguitrici.

I giovani? Ci sono ragazzi interessanti in giro, il Napoli in questo lavora bene: punta su alcuni giovani e li fa crescere, in altre circostanze addirittura li fa giocare già titolari e penso ad uno come Kvara, che tecnicamente potrebbe essere anche un “Primavera” ed invece sta già facendo sfracelli in Serie A, è un calciatore vero.

Tra i ragazzi ci sono gli Ambrosino, i D’Agostino, che il Napoli monitora e che potrebbero ripercorrere le orme di Gaetano e Zerbin, ormai entrati in pianta stabile in prima squadra”.

Written by: Vikonos

Rate it

Previous post

Boniek

Sport

Boniek: “Polemiche in Qatar? Non è mai abbastanza quando si parla di diritti umani”

Il vicepresidente UEFA, Zibì Boniek, è intervenuto a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni: "Mancini ha detto cose sagge, gli italiano non devono pensare ai Mondiali, per un mese bisogna staccare la spina anche perché la Nazionale ha fatto quasi sempre bella figura.  Il girone della Polonia? Molto duro, equilibrato, domani contro il Messico è decisiva: chi vince passa il turno con l'Argentina. […]

todayNovembre 21, 2022 18

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Follow us

0%