Sport

Il “Pampa” Sosa e Francesco Montervino a “Febbre a 90”

todayGennaio 10, 2024 38 1

Sfondo
share close

Roberto Carlos “El Pampa Sosa” e Francesco Montervino sono intervenuti a Febbre a 90, su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le loro dichiarazioni:

Sosa: “Il ritiro servirà solo se i giocatori del Napoli parleranno tra loro”

Pronto chi PampaFa strano parlare di un cambiamento così radicale nel Napoli, dal punto di vista del gioco e dei risultati, ma soprattutto nel modo di comunicare, si è sbagliato tutto dall’inizio della stagione. Ricordare ora le parole di Garcia mi fa venire in mente che tutto ciò che sta accadendo era ampiamente previsto. Garcia ha sminuito tutto, non si può dire della squadra Campione d’Italia di non averne visto nemmeno una partita, di non conoscerne ogni cosa. Il fattore emozionale non è mai stato tenuto in considerazione: se arrivi al successo e non lo sostieni in maniera adeguata, riuscendo a gestire anche le emozioni, sei destinato a rovinare tutto.

Ecco perché, al di là del mercato, tra un mese parleremo degli stessi problemi. Lo scorso anno i giocatori azzurri conoscevano il loro ruolo, Demme ad esempio era coinvolto in una maniera quasi principale senza aver mai giocato. Lo stesso dicasi per i vari Zerbin, Simeone, Elmas: nessuno si lamentava, perché tutti avevano una parte in quel gruppo ed è chiaro che se non sai che ruolo devi avere, alla fine ti lamenti.

Eppure, nonostante tutto, ci sono appena cinque tra il Napoli e la zona Champions? Vero, i punti sono pochi, ma il Napoli oggi, mentalmente, non è pronto per arricare tra le prime: ecco perché dico che sì, i ritiri servono, purché però ogni giorno dopo l’allenamento, in riunione, i giocatori parlino tra loro anche dicendosi cose scomode, se accade questo i risultati arriveranno. Se il ritiro è punitivo i giocatori devono capirlo, serve moltissimo parlare molto più che allenarsi 24 ore al giorno.

Mercato? Ribadisco il concetto: puoi mettere i migliori ma se fai tirare Vlasic con la punta senza che nessuno accorci o esca a contrastare il tiro, perderai sempre. Ecco perché dico che è necessario cambiare atteggiamento. Arriverà certamente qualcuno ma alla base c’è l’aspetto psicologico ed emozionale. Prendiamo la Salernitana, che emotivamente è più forte del Napoli, superiore qualitativamente ai granata, molto dipenderà da come verrà giocata la gara. Se il Napoli deciderà di puntare sulle sue qualità, vincerà anche la partita, ma è caratterialmente che deve arrivare la scossa”.

Montervino: “A cinque punti dalla zona Champions bisogna crederci, nonostante tutto”

Montervino: “I ritiri servono a parlarsi, a trovare la quadratura del cerchio. Noi in serie B eravamo costretti a vincere, perdemmo contro l’Albinoleffe e andammo in ritiro, facendo rimanere saldo il ruolo dell’allenatore, ci guardammo in faccia e cominciammo a vincere. Quel ritiro servì moltissimo e credo serva anche oggi. Nel Napoli non mi permetto di dire cosa mi aspetto, quello che auspico è che ognuno faccia ciò che sa fare: il presidente faccia il presidente, il direttore e l’allenatore facciano il loro. Se si inizierà a fare questo, le cose già andranno meglio.

La luce in fondo al tunnel dobbiamo vederla, il Napoli è ad appena cinque punti dalla Fiorentina, non si può non sperare ancora nella qualificazione in Champions. Bisognerà aggiustare i cocci nello spogliatoio, ma si può fare. L’atteggiamento giusto è quello di Mazzocchi, al di là ovviamente della scemenza commessa sull’espulsione. Vorrei in campo undici giocatori con la fame, la cattiveria e la voglia di fare del neo difensore azzurro. E con grande onestà direi anche che il Napoli potrebbe e dovrebbe sfruttare di più la voglia del Cholito Simeone, che forse se non fosse stato espulso Mazzocchi avremmo visto in campo anche insieme a Raspadori”.

Scritto da: Vikonos

Rate it

Articolo precedente

Febbre a 90

Sport

Andrea Agostinelli e Raffaele Di Fusco a “Febbre a 90”

Andrea Agostinelli e Raffaele Di Fusco sono intervenuti a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le loro dichiarazioni: Agostinelli: "Stagione disastrosa ma nonostante tutto il Napoli può ancora rimediare" Agostinelli: "La stagione finora è un disastro, a questo punto si cancelli tutto, lo scudetto resta ma si deve ripartire da zero, anche con le idee. Mazzarri cambi sistema di gioco e torni a giocare con la […]

todayGennaio 9, 2024 24

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


Follow us

0%