Sport

Delio Rossi: “Il Napoli ritrovi la sua identità di gioco”

todayFebbraio 14, 2024 15

Sfondo
share close

Delio Rossi“Il Napoli deve ritrovare identità”. Delio Rossi è intervenuto a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni:

Il campionato scorso del Napoli era difficilmente replicabile, ora però sembrano due squadre differenti, il divario è tanto, bisogna vedere quali sono motivi. Per la zona Champions i primi tre posti sono inattaccabili, le italiane devono andare avanti in coppa altrimenti sarà durissima.

Anche nelle prossime tre sfide sarà difficile, il Napoli deve ritrovare la sua dimensione, il modo di giocare, fin’ora non si è visto, cambiare sempre sistema non porta a nulla. Ora bisogna scegliere e affrontare una gara alla volta, quest’anno non si è mai risusciti a vincere tre partite di fila, anche a Milano la squadra non meritava il ko ma il momento è questo.

Senza fare programmi a lungo termine, bisogna agire sull’oggi. Anche Osimhen tornerà dalla Coppa d’Africa e non è un problema di allenamento, ma di riadattamento al campionato italiano.

I calciatori azzurri fanno il raffronto col campionato scorso, bisogna chiarire prima queso aspetto tra squadra e tecnico: a mio parere il Napoli dovrebbe giocare sempre con i tre davanti, non si può prescindere dalle eccellenze, poi si può giocare con 4-3-3 o 3-4-3, al di là dell’impegno dei calciatori poi che non è in discussione.

Bisogna essere lineari, fossi in Mazzarri sceglierei gli uomini da utilizzare ed il modo di giocare, si dà sempre la colpa a qualcuno ma non si cerca di risolvere la situazione. La realtà é che il vero avversario del Napoli è il Napoli stesso, poi in questo momento l’Atalanta è un cliente scomodo, la squadra più europea, che gioca con il ritmo più alto, il Napoli a volte gioca sotto ritmo.

Napoli-Genoa? Gara difficile: i rossoblú hanno il loro ritmo, anche con l’Atalanta non meritavano un passivo così pesante. Gli azzurri dovranno ritrovare la loro riconoscibilità, l’identità di gioco, il prima possibile. 

Le italiane in Europa? Ci sono ora le squadre più forti, se vediamo Lazio-Bayern non c’è partita, ma magari ora per i biancocelesti è il momento migliore per affrontarli perché ci sono un po’ di infortunati. Il Milan lo vedo bene, come la Roma. Secondo me le italiane faranno buone partite.

Il Napoli? Ero vicino all’azzurro in C, ma avevo appena vinto il campionato di B con il Lecce e non me la sono sentita, da quel momento non ho più avuto contatti con la dirigenza partenopea”.

Scritto da: Vikonos

Rate it

Articolo precedente

Marangon

Sport

Marangon: “Napoli, Ngonge è un grande acquisto”

L'ex difensore di Napoli e Verona, Luciano Marangon, è intervenuto a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni: "Il mese di febbraio è decisivo, al Napoli è rimasto solo il quarto posto, ci sono sei squadre a contenderselo. Devo dire che gli azzurri mi hanno deluso, un giocattolo perfetto è stato smontato, non mi aspettavo questi risultati così brutti. Spero che la squadra porti […]

todayFebbraio 1, 2024 14

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


Follow us

0%