play_arrow

Pronto, chi Pampa? Puntata dell’11 gennaio 2023

micVikonostodayGennaio 11, 2023 11

Sfondo
share close
  • cover play_arrow

    Pronto, chi Pampa? Puntata dell'11 gennaio 2023 Vikonos


Pronto chi PampaPronto, chi Pampa? Un’esclusiva di Vikonos Radio! Roberto Carlos “El Pampa” Sosa ogni sabato in diretta negli studi di Vikonos!

Ascolta la puntata!

Pronto, chi Pampa? Ogni sabato dalle 11 alle 12

In replica dalle 10 alle 11 (domenica)

“Napoli, la Juve si batte in velocità”

 

“Quando sono arrivato a Napoli, la prima cosa che mi hanno detto i tifosi è stata: “Pampa, ‘amma vincere contro la Juventus”. Quando guardi il calendario pensi subito alla sfida con i bianconeri. Il Napoli è pronto, avevo detto che il ko con l’Inter andava visto come un incidente di percorso e così è stato. contro la Samp gli azzurri hanno dimostrato di essere una grande squadra. Peraltro i nerazzurri hanno vinto col Parma si supplementari, pareggiato a Monza e con il Napoli, pur vincendo, non hanno mica giocato bene.

A Genova i partenopei hanno fatto quasi il 70 % di possesso palla, forse sono stati poco lucidi in zona offensiva, soprattutto sugli esterni magari si poteva fare di più, ma hanno giocato a calcio, cercando verticalizzazioni e triangolazioni, a Marassi Osimhen fa un grande gol e provoca un’espulsione sacrosanta: in vista della sfida con la Juve, la squadra ha ripreso la corsa.

Certo, Allegri ha vinto otto gare di fila, complimenti a lui e alla squadra. Il percorso per arrivare al successo, nel calcio come nella vita, non è uguale per tutti: la Juve cerca la scorciatoia, il Napoli prova invece a giocare meglio degli altri. Ogni squadra ha la sua maniera di giocare, così la Juve sono certo che venerdì non farà la partita, nonostante abbia gli uomini per giocare in maniera differente.

I bianconeri aspetteranno e ripartiranno con i Di Maria, gli Chiesa, la squadra ha elementi importanti ma nonostante ciò preferisce non giocare. Locatelli, Rabiot, Paredes, potrebbero giocare loro in mezzo al campo, sugli esterni se c’è Danilo dovrà vedersela con Kvara.

“Il Maradona darà una grande carica agli azzurri. Violenze e ululati razzisti, il 2023 è partito malissimo”

La chiave sarà a centrocampo, nella rapidità nel fraseggio, che inevitabilmente è data dal gioco a due tocchi, altrimenti sei lento e prevedibile. Cercare subito gli attaccanti vuol dire far chiudere di più gli avversari e limitare le loro ripartenze, loro giocheranno con Di Maria e Milik, per cui anche le marcature preventive saranno importanti. La palla dovrà viaggiare veloce, con Lobo, che per il Napoli è determinante perché consente alla squadra di trovare grande equilibrio, con Anguissa in crescita, secondo me giocherà anche Elmas. Nella gara con la Samp mi ha sorpreso l’inserimento del macedone dal primo minuto: a volte i calciatori percepiscono quando è il loro momento. Secondo me venerdì potrebbe giocare ancora lui, così come mi aspetto Mario Rui e anche Kim.

Sarà un match point? Il campionato è lungo, certo che andare a +10 vorrebbe dire tantissimo. La partita di venerdì è importante, la piazza sente molto l’impegno, lo sanno i giocatori anche se sono isolati e lo scopriranno anche allo stadio, che sarà tutto esaurito.

Le violenze tra ultras? Quanto accaduto in autostrada penalizzerà inevitabilmente i tifosi perbene, in questo caso lo Stato è stato gravemente responsabile. C’è da dire che il 2023 è partito male anche per via dei cori razzisti a Lecce: non serve chiudere le curve, per certe cose andrebbero chiusi gli stadi”.

 

Rate it

Follow us

0%