play_arrow

Pronto, chi Pampa? – Puntata del 4 marzo 2023

micVikonostodayMarzo 4, 2023 12

Sfondo
share close
  • cover play_arrow

    Pronto, chi Pampa? - Puntata del 4 marzo 2023 Vikonos


Pronto chi PampaPronto, chi Pampa? Un’esclusiva di Vikonos Radio! Roberto Carlos “El Pampa” Sosa ogni sabato in diretta negli studi di Vikonos!

Ascolta la puntata!

Pronto, chi Pampa? Ogni sabato dalle 11 alle 12

In replica dalle 10 alle 11 (domenica)

“I tifosi stiano tranquilli: la sconfitta non scalfisce la forza del Napoli”

“Bisogna analizzare il momento in cui arriva una sconfitta, magari se fosse arrivata a gennaio sarebbe stato diverso. A questo punto della stagione non cambia nulla: il percorso di maturità del Napoli è questo, un ko con la Lazio non scalfisce niente.

La Lazio palleggia, costruisce dal basso anche rischiando un po’, complimenti a Sarri anche se tra i due scelgo sempre Spalletti. Maurizio però non ha sbagliato nulla, ha imbrigliato Lobotka e gli esterni, impedendo soprattutto a loro di ricevere la palla con una posizione del corpo migliore: gli esterni ed Osimhen erano sempre spalle alla porta, avevano un tempo di giocata in più e allora arrivavano i Vecino, gli Zaccagni e gli altri a raddoppiare.

Ha ragione Spalletti, il Napoli ha qualità nel palleggio ma ha incontrato una squadra che l’ha costretto a giocare di sponda. Può succedere, la gara comunque poteva anche pareggiarla ma complimenti alla Lazio, che non ha rubato nulla. Non critico Spalletti per questa sconfitta, ci mancherebbe altro.

I cambi? Certo, forse le contromosse saranno state anche un po’ tardive, ma non preoccupiamoci così tanto per una partita, però per esempio magari l’impiego di Vecino ha scombussolato i piani, perché avrebbe dovuto giocare Castaldi. Teniamo i piedi per terra, analizziamo la sconfitta: il Napoli ha giocato meglio ieri che con l’Inter, non drammatizziamo, analizziamo piuttosto la gara e non preoccupiamoci.

Passeggiando per Vico Equense stamattina ho incontrato Tommaso Starace, abbiamo chiacchierato un po’, condivido la scelta di Spalletti di lasciare ai ragazzi due giorni liberi: godiamoci il fine settimana, senza nemmeno “gufare” le altre, rilassiamoci in famiglia, nella nostra città, e da lunedì pensiamo all’Atalanta”.

Rate it

Follow us

0%