play_arrow

Pronto, chi Pampa? – Puntata del 27 maggio 2023

micVikonostodayMaggio 27, 2023 14

Sfondo
share close
  • cover play_arrow

    Pronto, chi Pampa? - Puntata del 27 maggio 2023 Vikonos


Pronto chi PampaPronto, chi Pampa? Un’esclusiva di Vikonos Radio! Roberto Carlos “El Pampa” Sosa ogni sabato in diretta negli studi di Vikonos!

Ascolta la puntata!

Pronto, chi Pampa? Ogni sabato dalle 11 alle 12

In replica dalle 10 alle 11 (domenica)

“Spero ancora in un accordo ADL-Spalletti”

“Il futuro di Spalletti? Il fatto che tutto sia rimandato alla prossima settimana si presta a tante interpretazioni, mi aspettavo in questi giorni che venisse alla luce tutto, anche per trasparenza nei confronti dei tifosi, si arriva a questo momento con l’incognita. Continuo a voler credere che se uno dei due fa un passo verso l’altro si può anche trovare un punto d’incontro. Saper cedere al momento giusto può farti evitare momenti scomodi, il passo da fare è molto semplice secondo me, non so chi dovrebbe farlo ma ci vuole poco, pochissimo, De Laurentiis e Spalletti sono due persone intelligenti e sono nel mondo del calcio da decenni.

In finale di Champions ci poteva stare il Napoli? No. Un mese fa era il momento del Milan, gli azzurri sono arrivati a San Siro nelle peggiori condizioni della stagione, poi la sfortuna, le parate di Maignan hanno dato l’opportunità ai rossoneri di “guadagnarsi” l’accesso alla semifinale. Poi è toccato al momento dell’Inter. Diciamo piuttosto che un po’ di rimpianto il Napoli per la Champions è giusto che lo abbia provato. Devo anche ammettere che lo 0-4 in campionato ha un po’ condizionato il doppio confronto in Champions League.

La finale di Coppa Italia? Due guizzi di Lautaro hanno dato la vittoria all’Inter, ma la Fiorentina avrebbe meritato almeno i supplementari. Nico Gonzalez è un giocatore fortissimo, Italiano ha compiuto un grande lavoro, la sua Fiorentina sembra un piccolo Napoli, somiglia molto al modo di giocare degli azzurri, vediamo se arriva lui o un altro tecnico in azzurro.

Se Gasperini o Conte volessero cambiare il modo di giocare hanno le conoscenze per farlo. Il problema è la metodologia di lavoro durante la settimana, non è tanto il modulo, la settimana è differente, il rapporto nella comunicazione con i calciatori è diverso. Rafa Benitez l’ho visto molte volte, mi piace come lavora, Luis Enrique non lo conosco ma ha un rapporto con i giocatori simile a quello di Spalletti e Rafa stesso. Altro tecnico che si avvicina è quello del River, Marcelo Gallardo del River, ha vinto tutto attravrso un rapporto molto intimo con i suoi calciatori. Mourinho? Una volta disse che De Laurentiis non avrebbe avuto soldi per pagarlo, anche se è in finale di Europa League quest’anno secondo me qualcosa ha sbagliato nella comunicazione. Non lo prenderei.

Rate it

Follow us

0%